Tag

, ,

Buonasera, spero mi possiate aiutare.
Ho comprato casa in una palazzina di 5 piani e di 9 appartamenti. Fino ad adesso una persona proprietaria si è occupata di fare da amministratore, regolarmente eletto durante un assemblea del 2008. Tale persona però non vive nel palazzo e durante un’assemblea di qualche giorno fa, la mia prima assemblea, non si è presentato e oltretutto ho scoperto che non ha mai reso noto nessun rendiconto annuale, che non h mai assicurato il palazzo, che non ha mai creato tabelle millesimi  e che questo suo fare latitante è una consuetudine. altro problema è che all’attivo siamo solo 4 proprietari, degli altri non abbiamo notizie perché non vivono nel palazzo e non sappiamo come reperirli.
Ho letto che noi 4 poiché rappresentiamo un sesto del valore dell immobile, possiamo indire un’ assemblea, ma come facciamo ad inviare le raccomandate ai proprietari se non conosciamo i loro indirizzi? Inoltre volevo capire, noi raggiungiamo un sesto del valore che può servire per l’assemblea ma per decidere di un nuovo amministratore dobbiamo essere i due terzi, come facciamo se i proprietari sono irraggiungibili?

Gentile signora Tersa,
la situazione è veramente complessa.
Il recapito dell’amministratore ce l’avete?
Come prima cosa inviate a lui una raccomandata A/R con la firma di almeno due condomini che rappresentano almeno un 1/6 dei millesimi, chiedendo :
a) di poter accedere al registro dell’anagrafe condominiale
b) che venga convocata un’assemblea con all’OdG la revoca dell’amministratore ai sensi dell’art. 66 disp. att. c.c.
Ricordategli che se non convoca l’assemblea entro dieci giorni lavorativi lo farete direttamente voi e il suo rifiuto configura una grave irregolarità, che andrebbero ad aggiungersi alle altre gravi irregolarità (come la non presentazione di un bilancio).
Se comunque non vi fornisce i dati degli altri condomini e non convoca l’assemblea, dopo 10 giorni potete convocare voi stessi l’assemblea.
Per i dati proprietari che non avete, potete consultare il catasto e dato che il condominio è piccolo ve lo consiglio visto che la spesa non è molto alta.
In alternativa potete:
-inviare l’avviso ai proprietari che conoscete;
-consegnare a mano l’avviso agli affittuari (con controfirma) pregandoli di consegnare l’avviso ai proprietari;
-affiggendo l’avviso nell’androne condominiale per almeno 15 giorni.
Questa procedura però non vi mette al riparo al 100% da eventuali ricorsi.
Infine, per la nomina dell’amministratore ci vuole in ogni caso una maggioranza che rappresenti almeno il 50% dei millesimi.

Le ricordo che ogni condomino ha diritto ad ottenere dall’amministratore i suoi recapiti e le tabelle millesimali.

Per quanto riguarda l’anagrafe condominiale, gran parte di questi dati dovrebbero essere desumibili dalla convocazione di assemblee passate.
In ogni caso le consiglio di rivolgersi ad un amministratore condominiale che potrà aiutarla.

Cordiali saluti,

Teseo Parolini

Articoli correlati:
Annunci