Tag

Buongiorno,
vorrei porle una domanda alla quale non so rispondere da solo.
Possiedo un negozio a YYY, con riscaldamento e contatore acqua centralizzati, ormai da 2 anni sfitto e chiuso. Quali spese condominiali  sono obbligato a pagare?
La ringrazio anticipatamente per la sua risposta.

Sempre a disposizione
Cordiali Saluti,
YYY

Buongiorno,
per la legge le spese condominiali sono dovute per il potenziale uso e non per l’uso effettivo che se ne fa, quindi anche se il negozio è sfitto deve pagare tutte le spese di amministrazione e di gestione secondo i millesimi di proprietà (o altre tabelle particolari come le tabelle scale che per i negozi di solito sono pari a 0).
E’ diverso per quanto riguarda il riscaldamento e l’acqua.

PER IL RISCALDAMENTO dovrà pagare:
Gestione centrale termica (fattura del Terzo responsabile, manutenzione ordinaria, ecc.) ripartita secondo i millesimi di riscaldamento.
Quota dei consumi (chiamata dei consumi involontari e di solito compresa tra il 20 e il 30%) ripartita secondo i millesimi di riscaldamento.
La quota dei consumi involontari è determinata da un esperto (che spesso coincide con il Terzo responsabile).
Il resto dei consumi è divisa secondo i consumi individuali indicati dai ripartitori.

PER L’ACQUA dovrà pagare una quota secondo il regolamento o la consuetudine del condominio. Di solito si ripartisce l’acqua in funzione dei millesimi e/o delle persone presenti. In quest’ultimo caso, di solito si considera come 1 il numero minimo di persone presenti in una U.I.
Tutto questo nella norma, ma i regolamenti condominiali o le consuetudini posso prevedere qualcosa di diverso.
Cordiali saluti,
Teseo Parolini
.
.
.
.
Teseo Parolini
https://studio-pieffe.com/
Studio Pieffe: l’amministratore condominiale
a Bellusco, Bernareggio, Carnate, Vimercate e Arcore.
Annunci